Senza categoria

Perché tutti dovrebbero partecipare ad un progetto di scambio culturale – Why everybody should join a cultural exchance project.

Tento l’impresa di scrivere questo articolo anche in inglese nella speranza di non escludere nessun potenziale lettore interessato e che lo sforzo venga apprezzato. 

I attempt to write this article also in the english version in order not to exclude readers who can may be interested; I hope the effort will be appreciated. 

x1

Si è appena concluso il progetto Foreign Bodies, facente parte di un programma più ampio che ha visto la partecipazione di tre associazioni culturali in Spagna, Italia e Germania, che hanno rispettivamente ospitato nel 2014 a Gorlitz Cave Tales, nel 2015 a Polignano Europera e nel 2017 a Potsdam Foreign Bodies, appunto. In breve i partecipanti hanno vissuto per dieci giorni insieme frequentando workshop di teatrodanza, movimento corale, improvvisazione teatrale, canto e molto altro, portando alla fine a termine uno spettacolo teatrale.

It’s just ended the Foreign Bodies project, part of a bigger program with the partecipation of three cultural associations from Spain, Italy and Germany which respectively hosted in 2014 Cave Tales in Gorlitz, in 2015 Europera in Polignano and in 2017 Foreign Bodies in Potsdam. The participants lived for ten days together attending workshops of dance, acting, singing and many more, to make together a complete show. 

giphy

Parlare di questa esperienza è per me estremamente difficile, e tuttora mi sono sconosciute le cause che mi spinsero ad accettare di affrontare questa esperienza a scatola chiusa, essendo io estremamente timida, fatto sta che è stata probabilmente una delle scelte migliori che abbia mai fatto nella mia vita, e credo che tutti dovrebbero provare una simile esperienza almeno una volta nella vita, a prescindere dalla propria personalità; le motivazioni per cui penso ciò sono molteplici e cercherò di elencarle brevemente qui sotto:

Speak about this experience is really difficult for me; now I still don’t know why I accepted to do it without knowing barely nothing about it, even if I’m very shy, but probably this was one of the best choices of my life. I think everybody should do an experience like this once in a lifetime; there are many reasons why I think this and I will shortly make a list:

1) Impari a liberarti dei pregiudizi. Non c’è niente di meglio di un’esperienza del genere per capire quanto i nostri occhi siano chiusi nei confronti degli altri e di noi stessi. Vivere a contatto con gente che ha mentalità così diverse dalla propria fa abbandonare ogni inibizione: non ha importanza cosa pensa la gente dell’abito un po’ strano che ti piace, non ha importanza quanto male sai ballare, perché imparerai ad apprezzare le stranezze degli altri e a capire che sono semplicemente peculiarità che rendono una persona quella che è.

1) Learn how to be free from prejudices. There is nothing better then this kind of experience to know how much our eyes are closed to the others. Living with people who thinks differently helps you to leave every inhibitions; it doesn’t matter what the people can thinks of your clothes, or how you dance, you will learn to love the eccentricity of the others e you will understand that this things are just some peculiarity that made a person what he/she is.  

2) Impari a vivere le emozioni. Spesso e volentieri siamo abituati a reprimere le nostre emozioni o non avere il modo di esprimerle al massimo, che siano gioia rabbia o dolore, durante gli esercizi di condivisione con persone con cui comunicare non è così immediato è molto più semplice e liberatorio esprimersi con un pianto un urlo o una risata. 

2) Learn to live emotions.  We are often used to hide our emotions or not to express them properly- be it joy or rage or sadness, during the sharing exersises with people with whom it’s difficult to communicate it’s easier and better to express yourself with a shout, or crying or laughing. 

18010851_1968255450070733_8813593330225019974_n
Photo: Angelique Preau

3) Ti connetti con altri esseri umani. Certe volte troppe parole creano una barriera tra te e gli altri che invece sarebbe molto più semplice abbattere con un abbraccio o degli sguardi sorridenti. Il vivere le stesse emozioni giorno dopo giorno ti connette saldamente a persone sconosciute.

3) Connecting with others. Sometimes words are too much and would be easier to break down the barriers just hugging  each other or smiling. Living the same emotions day by day connects you with strangers quickly. 

18010400_1969083063321305_2196689535972645542_n
Photo:Angelique Preau

4) Un bombardamento di creatività. Spegnere il cervello per fare qualcosa che è al di fuori della tua normale quotidianità permette di concentrarti sugli stimoli esterni e le idee si affollano e si fanno concrete perché c’è sempre qualcuno pronto ad ascoltarle e a valutarle insieme a te. 

4) So much creativity. Shout down the brain just to do something out of the routine lets you focus on whatever comes from the outside like ideas and so on, and your ideas became concrete because you can always find somebody ready to listen to your and value them and to help you realize them. 

18010012_1968254173404194_1717852507248528769_n
Photo: Angelique Preau

5) La convivialità. Poter condividere i pasti con altra gente potrebbe sembrare una cosa di poco conto ma che in realtà crea un legame fortissimo con gli altri: al ritorno guardare la caffettiera piena sul fornello perché nessun altro la divide con te, non poter offrire a nessuno i propri avanzi, o anche solo il non scambiare assonnate battute appena svegli ti fa cadere in una spirale di melanconica tristezza.

5) Conviviality. Sharing meals with others may seems something not so important but actually helps you to connect with them. When you come back watching your breakfast, not being able to talk with someone just awake, or to share your lunch, will be melanchonic.

6) Non c’è un motivo per non farlo! La risposta “non fa per me” non esiste fino a che non hai effettivamente provato l’esperienza. L’esperienza unica nel suo genere di conoscere così tante persone in così poco tempo e di affezionarsi a tutte, di creare con loro miliardi di ricordi, di portare avanti idee comuni e di vivere il piacere di stare insieme, di fare qualcosa di completamente fuori dall’ordinario, di lanciarsi nell’ignoto e di farsi inghiottire, di lasciare che il proprio corpo esprima tutto, anche quello che non sai di voler esprimere, di sentirsi incredibilmente liberi.  

6) There are no reasons not to do it! You can’t answer “It’s not for me” untill you try it. The experience to meet so many people in so little time and to get attached to everybody, to create with them memories and projects and enjoying being together or do something extraordinary, to plunge into the unknown and make it shallow you, to let your body express everything, even what you don’t know, to feel yourself complete, completely free. 

17951916_192379041271349_9220123391663343712_n
Photo: Valerio Fiume
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...